Risotto alla fonduta di Montebore

ricetta_risotto_montebore

Non vi capita mai che vi svegliate e avete un assoluto bisogno di qualcosa: un sapore, un profumo un gusto o una musica? beh a me capita spesso con il cibo, io assaggio sempre tutto e a volte ci sono dei giorni in cui un sapore mi rimbomba nella testa, ho voglia di mangiarlo di nuovo oppure provare a cucinarlo.

MI è successo qualche giorno con il Montebore, un formaggio presidio Slowfood fatto con latte vaccino e ovino che viene prodotto nella zona del tortonese. Qui da me non è facilissimo reperirlo quindi al mio appello è accorso il sito di E-commerce I colli del Bio, che commercializzano i prodotti delle 4 province (Alessandrino, Pavese, Piacentino e Genovese) selezionando prodotti rigososamente Biologici.

Poche ore e il mio pacco è arrivato, un occasione per preparare un intero pranzo a base di prodotti territoriali di queste zone vicine a me, ma che poco conosco, e quale miglior modo se non quello di mettere nel piatto le loro eccellenze?

Nasce così questa ricetta semplice, un risotto carnaroli alla fonduta di Montebore, giustamente accompagnata dal vino giusto!

montebore_fetta 


{ Ingredienti per 4 persone }

400 gr di formaggio montebore • 280 gr di riso carnaroli • un cipollotto • latte q.b. • un tuorlo d’uovo • olio extravergine • nocciole tostate • brodo di verdura


montebore

Per prima cosa preparare il brodo di verdura con un paio di carote, una cipolla e un sedano e sale, puliti e fatti bollire per circa un ora.

Quando il brodo è pronto preparare il risotto mettendo in una padella un filo d’olio e il cipollato tritato finemente.

Contemporaneamente in un pentolino mettete il formaggio montebore a pezzi, e coprite con il latte, aggiungete poi il tuorlo e fate sciogliere a fuoco lento mescolando con una frusta ogni tanto.

Una volta che la cipolla si è imbiondita, fate tostate il riso e finita la tostatura cominciate a versare un mestolo di brodo; fate assorbire girando il riso e continuate fino quando il riso non sarà al dente.

Ricordate che il risotto va curato, quindi dovete girarlo sempre e aggiungere il brodo non appena di consuma.

Una volta cotto il riso, toglietelo dal fuoco e mantecatelo con la fonduta di montebore. Prima di servire aggiungete un pizzico di nocciole tostate sul piatto.

risotto_fonduta

Questa volta abbiamo accostato un vino dei colli tortonesi: il SU SU della Cantina Volpi fatto con uve Merlot e Pinot Nero.
Questo blend è decisamente facile da bene, non è un vino troppo corposo e la sua leggera acidità è perfetta per da accostare a questo piatto. Al naso è profumato e il gusto è decisamente piacevole, direi che è un accostamento ideale per i pasti, magari con ingredienti di qualità come quelli usati per questa ricetta.

su_su_cantina_volpi

4 Comment

  1. Ciao Valentina!
    Ammetto che purtroppo non provo molto delle tue ricette perché da anni ho abbandonato i carboidrati raffinati, ma mi piace sempre leggerle e gustare con gli occhi le tue bellissime foto, (mi sembra quasi di sentire il profumo di quei piatti deliziosi cucinati con i prodotti di dove sono cresciuta).
    Quindi complimenti per il bel blog che sempre consiglio a tutti e un augurio di Natale da Marbella. 🙂
    Carlotta

    1. Grazie Carlotta, come procede il panciotto?
      Io solitamente uso farina integrale e zuccheri non raffinati, ma spesso traducono il normalese perchè capisco che non c’è molta gente con le mie intolleranze 🙂
      un saluto da delle Langhe davvero nebbiose (uffa!)

      v.

  2. Mannaggia! L’altro giorno mi hai solo stuzzicato, ma ora sì che mi hai proprio fatto venir voglia di Montebore!! :S

    1. sempre buonissimo! 🙂 ho sempre una scusa per mangiare io…sono pessima!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: