Risotto al barolo e tuma d’Alta Langa | Barolo and cheese risotto

risotto_al_barolo2

Proseguiamo con le ricette in tema natalizio, oggi ho deciso di fare un classico della nostra cucina Langarola, il risotto al barolo con una tuma di Alta Langa di latte vaccino e ovino. Questo piatto può essere considerato anche un pò di riciclo, perchè molto spesso i vini buoni vengono aperti per il secondo e molte volte capita che non vengono finiti, se ve ne rimane un bicchiere che proprio non va giù questa è la ricetta perfetta, anche se può esser fatta con molti altri vini.

Stessa cosa vale per i formaggi, durante le feste si aprono tante cose che poi non vengono consumate perchè a fine cena non c’è più posto per nulla nel nostro stomaco… questo è piatto perfetto per esaltare prodotti ottimi qualche giorno dopo!
I formaggi scelti nel caso non abbiate la tuma (come probabilemte sarà) sono quelli di pasta molte con media stagionatura.
Come siete messe con il menù di Natale!? io in altissimo mare!!

risotto_al_barolo3

{ Per 4 persone }

250 gr di riso carnaroli • 1 bicchiere di Barolo o altro vino rosso corposo • 100 gr di tuma o formaggio a pasta cremosa • 1 cipolla • brodo vegetale salato • grana grattuggiato • olio

Tagliare finemente una cipolla e fatela rosolare per un paio di minuti nell’olio. Aggiungete il riso, mescolate e fate tostare.

Aggiungete il bicchiere i vino, fatelo assorbire poi aggiungete un mestolo per volta di brodo già salato e fate consumare, mescolando spesso. quando manca un paio di minuti al fine cottura a fuoco spento aggiungete la tuma tagliata a piccoli tocchetti, e una manciata di grana e mantecare. Servire subito ben caldo.

Come vedete io ho lasciato anche la parte esterna della tuma (quei piccoli pezzettini arancioni), che è un pò antiestetica… ma questo piatto lo dovevo mangiare io, se lo dovete servire a ospiti esigenti vi conviene toglierlo.

risotto_al_barolo

13 commenti

  1. Squisito!!!

  2. Stavolta hai preparato uno dei miei piatti preferiti! Però finora l'ho sempre mangiato al ristorante e mai fatto a casa… ma adesso che so la ricetta non ho più scuse!

  3. guarda è facilissimo, basta imparare una volta a fare il risotto come si deve, la maggiorparte della bonta del risotto arriva proprio da quello!! dovrei fare un corso ad Alba per imparare a fare il risotto vero!! 🙂

  4. Torno or ora da un we in Piemonte, ed ho tutti gli ingredienti quindi non ho scuse….da provare! :)Un bacio!

  5. Ely dice: Rispondi

    Raffinatissimo! Veramente degno di nota questo risottino! Foto fantastiche e.. che volere di più?? 😀 Complimenti!!

  6. immagino il suo sapore sublime!

  7. Che bontàà!!Io amo i risotti e questo è delizioso!! Mi sono scritta la ricetta!!appena ho tempo devo farlo assolutamente!!

  8. e no… non hai davvero più scuse!! io do per scontato avere gli ingredienti, però effettivamente non tutti li trovano facilemente!

  9. lasciamo perdere le foto che davvero non mi sono rimaste bene!! 🙁 però il risotto era buono quello è l'importante!!

  10. il sapore è molto delicato, secondo me è perfetto per natale, magari metà piatto, perchè di solito ci si abbuffa!! 🙂

  11. devi farla…se poi non hai il barolo va bene anche un altro vino rosso corposo, ovviamente!!

  12. […] agli asparagi? qual’è il vostro risotto preferito? il mio io non so scegliere tra quello al barolo e tuma, quello al fondo di brasato e quello alla zucca e […]

Rispondi