Ravioli al plin

plin3

Erano anni che volevo scrivere questo post, che ci giro intorno, che aspetto il momento giusto… il giorno è arrivato, complice l’occasione di avere uno chef tutto per me da cui carpire i segreti dei movimenti.I ravioli al plin qui ad Alba, ma anche nelle Langhe e nel Roero sono una vera e propria istituzione, è la pasta simbolo della nostra zona…e come quei cibi iconici (vedi la maionese) io ne sono spaventata, perchè so che tutto dipende da me, dalla concentrazione e dalla bravura.

Mi sono recata così a Il Grecale, un piccolo ristorante nel paese di Novello, sulle Langhe, molto bello, raffinato e con una vista magnigica; qui con pazienza ho guardato i gesti, la manualità, li ho fotografati, e ho cercato di carpire attraverso le immagini i segreti di questi piccoli gioielli della nostra gastronomia.
Grazie ad Alessandro, Cristian e lo staff che mi hanno ospitato e mi hanno offerto i loro segreti…. li trovate anche tu twitter ( @Il_GrecAle )

Partiamo prima con le fasi, al fondo del post troverete la mia versione e gli ingredienti!

Fase 1  tirare la pasta a spessore 2 e con la sac-a-poche mettere il ripieno per lungo

plin7

Fase 2 chiudere il ripieno tagliare via la parte in esubero

plin6

Fase 3 fare i plin (i pizzicotti)

plin5

Fase 4 tagliare i plin a metà e creare il raviolo

plin4

…eccoli…

plin

questi solo i loro…ok non paragoniamoli nemmeno ai miei…però è un buon risultato a cui mirare!

plin2

…e finalmente ecco i miei primissimi ravioli al plin!! 

plin8

I miei sono fatti con ricotta e spinaci, e l’impasto è meno giallo sia perchè ho usato l’uovo intero e poi perchè ho usato da farina Petra 1, che non è una raffinata 00.

{ Ingredienti }

Per la pasta: 1 uovo per ogni 100 gr di farina Per il mio ripieno: 150 gr di spianaci •  100 gr di ricotta • noce moscata • 30 gr di grana padano grattuggiato • sale e pepe q.b.

In una pentola bollire gli spinaci, farli raffreddare e strizzarli per bene.

Tritarli finemente e aggiungerli alla ricotta, al grana e ad una grattata di noce moscata. aggiustare di sale e pepe.

Lasciar riposare e mettere in una sac-a-poche.

plin9

11 Risposte a “Ravioli al plin”

  1. Che bontà!!! Sai che non ho mai mangiato neanche questi? Sarà ora che mi faccia un giretto in Piemonte, devo assaggiare un po' di piatti tipici ;)Sei stata bravissima, devono essere squisiti, complimenti!

  2. Pensavo si facessero solo con un ripieno di carne, invece si possono fare anche con spinaci e ricotta….Li ho assaggiati anni fa e sono molto buoni, ora potrei anche cimentarmi ;)Brava sono bellissimi anche i tuoi.

  3. Ma sai che non li conoscevo e sono rimasta ammirata dalla tua bravura? Vale hai delle manine d'oro, sono perfetti! Grazie di avermi insegnato qualcosa di nuovo… Un abbraccio stretto, buona settimana amica mia!! 😀

  4. Che meraviglia! Brava!

  5. Stupendi, grazie! i ravioli al plin SONO un'istituzione.Ho una cara, carissima amica astigiana che mi ha "iniziato" anni fa a questa meraviglia…belle foto, molto esplicative.baci,Cri

  6. prossima volta uso solo i tuorli così anche i miei diventano super gialli! e devo tirarli anche ancora più sottile, questo era solo il primo esperimento

  7. si in teoria la ricetta tradizionale prevede la carne, ma in realtà la particolarità è nella forma, quindi uno può mettere ciò che preferisce, io ad esempio amo sono quelli ricotta e spinaci!

  8. oddio!! devo impegnarmi, i loro sono perfetti, i miei non sono molto uniformi!! sarò per la prossima volta…però erano buoni e non si sono aperti…questo è fondamentale

  9. Grazie Margherita!!! 🙂

  10. sono i miei preferiti in assoluto, quelli ricotta e spinaci con ristretto di arrosto sono LA COSA PIU' BUONA DEL MONDO!!!

  11. Beh a me sembrano fantastici lo stesso! L'abito non fa il monaco 😉

Rispondi