Crema Pasticcera


Nella mia famiglia c’è un vecchissimo libro di cucina che passa da generazioni in generazioni, è vecchissimo, è stato già fatto rilegare da mia nonna e da mia madre, ma le pagine sottili ed ingiallite del libro, non rendono facile il compito.
Questo tomo non è solo un ricettario, è un manuale di vita, spiega come deve comportasi la donna con gli ospiti, come pulire bene le padelle e far lucidare l’argenteria, come preparare una perfetta torta nuziale, e cosa mangiare per fare una dieta ingrassante.
Scritto con parole arcaiche e gentili, frasi di nonne che non ci sono più, come gli ingredienti.
Al posto di una bella foto di crema pasticcera, che tutti conoscono, ho deciso di mettere una foto del mio libro, in onore di tutte quelle ricette che i supermercati ci hanno portato via (per la serie apri la busta e gusta, versa e inforna e tutte ste cavolate qua), per riscrivere una ricetta che per molti è scontata, ma per altrettanti è sconosciuta.

INGREDIENTI:
• 1/2 l di latte
• 150 gr di zucchero
• 4 rossi d’uovo
• 70 gr di farina
• una bacca di vaniglia
• un po’ si scorza di limone

Mettere a bollire con la vaniglia e la buccia di limone, il latte; in una ciotola sbattere i tuorli con lo zucchero, unire poi la farina a poco a poco.
Quando il latte è bello caldo togliere la bacca di vaniglia, e versarlo lentamente ( per non far grumi) sopra al composto precedentemente preparato.
Rimettere in tutto dentro la pentola e cuocere a fuoco basso per 2-3 minuti, mescolando con una frusta fino mal termine della cottura.
Servire caldo oppure mettere a raffreddare in un recipiente aperto, per non formare condensa.

6 Comment

  1. Pip says: Rispondi

    Io adoro i vecchi libri di cucina, a casa mia c’è sempre stato il “Talismano della felicità”, mentre da mia suocera ho scoperto un manuale del Carnacina. Io non riuscirei mai a farne a meno!

  2. Il mio libro non ha più il titolo, perchè negl’anni ha perso le prime ed ultime pagine, infatti l’indice analitico arriva solo più a spigola, però è bellissimo e trovi davvero tutto, è l’unico che ho io, ma era già di mia bisnonna quindi immagino che di anni ne ha tanti davvero!!!E’ un cimelio per me 🙂

  3. Ciao! Sono subito passata a visitare la vostra cucina e mi piace molto! Ricette tradizionali, bellissimo header(l hai disegnato tu?!), quindi ci rivediamo prestissimo!Elga

  4. si l’ho disegnato io…per quello che si può definire disegnato…Quando ho un pò di tempo metto la torta di nocciole tradizionale piemontese…Mi piace sia la cucina tradizionale e che quella fusion…spazio un pò in tutto!!Grazie mille per la visita 🙂

  5. Ciao Vale, te lo invidio un libro così, è veramente un bene prezioso 🙂

  6. e lo so…anche se però è sempre stato tenuto con cura si è rovinato…peccato, mi sa che lo faccio rilegare anche io !

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: