Insalata Bergera | Celery and tome cheese salad

insalata_bergera3

Questo è un classico della cucina Piemontese, ne avevo già fatta una versione di questa insalata bergera qualche anno fa, ma la foto erano un pò bruttine e il formaggio non era quello giusto.

Secondo me questo piatto oltre a essere a prova di idiota, è davvero uno di quei piatti che possono diventare “tormentoni dell’estate”, c’è persino il rischio che studio aperto faccia un servizio!
Il perchè è semplice: gli ingredienti sono pochi, sani ed è un piatto supergustoso e bello da vedere!
Come state invece voi? come sono andate le vacanze? dove siete andate/i di bello o dove andrete (fortunelli)?
Saluto così gli ultimi giorni d’estate, prima dell’autunno albese che è già praticamente alle porte e che negl’anni ho imparato ad amare!

Today I wanna show you a typical dish from my region, a very simple and healthy salad, one of the most common started in Piedmont. In Italy we have white or green celery, my fav is green one, because taste are more gentle and delicate, and normaly the chromatic impact is amazing.
Also cheese are really important, you must use toma (or robiola d’Alba), it’s a kind of cheese semi-hard, not too much aged with a beautiful white colour.
It’s great also with a bit of extra virgin olive oil and a sprinkle of pepper. Try it!

insalata_bergera2

 

{ ingredienti }

1/2 sedano (Verde o bianco) • 1 robiola d’alba o tuma semistagionata • 15 noci • 25 nocciole • 6 cucchiai olio extravergine • sale • pepe

Lavare e pulire bene il sedano, togliendo i filamenti principali. Tagliare a fettine da 4/5 mm di spessore, tagliare a cubetti anche la toma, salate e pepare ed aggiungere le noci e le nocciole triturare, io ho usato semplicemente un batticarne. aggiungere l’olio e mescolare.

Se servire il piatto qualche ora dopo è possibile che dobbiate aggiungere altro olio perchè il formaggio e il sedano lo assorbiranno. In frigorifero, bel coperto si conserva un paio di giorni.

insalata_bergera

 

{ingredients }

1/2 celery (green or white) • 1 robiola (Alba quality) or tuma middle aged • 15 nuts • 25 hazelnuts • 6 tablespoons extra virgin olive oil • salt • pepper


Wash and thoroughly clean the celery. Slice by 4/5 mm thick, cut into cubes also toma, add salt and pepper and  the grind  of walnuts and hazelnuts  then add the oil and mix all together. If you serve the dish a few hours later you may have to add more oil because the cheese and celery absorb it.

19 Comment

  1. Oggi cucina piemontese anche tu eh 😀 Ci siamo messe d'accordo in sogno per comporre un menu? :PScherzi a parte, conosco questa insalata e mi piace moltissimo! Buona giornata! 🙂

  2. Ma che buona, mi attira tantissimo, consumo spesso insalate e mi piace variare, proverò! 🙂 Un abbraccio caraElisa

  3. io vado pazza per l'insalata bergera, probabilmente è il piatto che faccio pià spesso perchè è buono, facile e leggero e non ha bisogno di fornelli!! non mettere però le foglie del sedano!! sono velenose!!

  4. si manca il dolce piemontese oggi e poi abbiamo fatto quasi il menu per pranzo!! se vuoi ti spedisco un pò di bergera in cambio di qualche bel gnocchetto!! 🙂

  5. Sarebbe un'ottima idea per i miei pranzi al lavoro, unico problema reperire la toma..impossibile a Londra.Vabbè intanto ne prendo nota!!!un bacioChiara

  6. E' vero che sei a londra…secondo me reperirla si può…al borough market c'è di tutto, qualcosa di similare tra io formaggi francesi lo trovi, i formaggi piemontesi sono molto simili a quelli d'oltralpe perchè siamo ad un tiro di schioppo!! non cedere al cheddar!!

  7. Che buona!!!

  8. Amo molto le insalate!

  9. Io non sono una grande fan delle insalate..ma questa è SPECIALE!!

  10. Sai che non la conoscevo questa ricetta sfiziosissima?A presto…Fico&Uva

  11. davvero?? allora DEVI provarla!!

  12. e nemmeno io la conoscevo, certo non sono piemontese :Dio adoro il sedano mi piace assaigrazie un mondo bedda *Cla

  13. sembra super gustosa e saporita cara, non l'ho mai assaggiata! … ma io dove le trovo la tuma e la robiola qua!!??? figurati! mi tocca aspettare ad assaggiarle la prossima volta che sono in Italia. abbraccioni!

  14. se fossi a ny non avresti problemi, perchè eataly è nato in piemonte e il suo fondatore è delle nostre zone e quindi li lo trovi sicuramente, ma a chicago non saprei, probabilmente qualche formaggio che somiglia c'è…ma per il gusto… beh quello delle nostre valli è inimitabile 🙂

  15. non è famosa come la bagna cauda o il vitello tonnato, è una ricetta povera che si trova facilemnte nelle case e nelle osterie alla buona. Ma è talmente semplice e buona che si può esportare dovunque !! 🙂

  16. ottima questa insalata! una ricetta da provare in cucina!

  17. anna says: Rispondi

    Ciao, Valentina!
    è un piacere conoscerti, ti faccio i miei complimenti.
    Sai è la prima volta che sento, che le foglie del sedano sono velenose. Non l’ho sapevo.
    Saluti cari. Anns

    1. Ovviamente in piccole quantità non fanno nulla… Anche io l’ho scoperto da poco… Ma per me non c’è pericolo… Io mangio il sedano crudo solo così 🙂

Rispondi