Macaron al cacao con caramello salato | Cocoa Macaron with salted caramel

Per prima cosa potreste votarmi qui?? Non centra con il blog, ma mi fareste un piacere, ci vuole un secondo!!

Dopo la maionese e gli gnocchi: il terzo dei miei incubi culinari l’ho superato, anche se non ancora
brillantemente.
I macaron mi piacciono, diciamo più esteticamente che come gusto di per se, li trovo meravigliosi ma troppo dolci…va bene un paio, ma dopo un pò mi nauseano, però volevo provare a farli, avevo comprato un libro da cui mi tenevo a debita distanza, alla fine però senza essere più di tanto pronta ho preso e mi ci sono messa! Macaron (al cacao amaro) sia!!
Come per miracolo la farina di mandorle l’ho trovata e qui si spiega perchè questa volta ho trovato il coraggio, io non ho usato il food processo, ma un semplice minipimmer.

After mayonnaise and gnocchi, my third kitchen nightmare were the macarons. I’ve a book all about these sweets, but I was scary and never tried.
Last week I found almond flour so I decided to fight my incubus…amazing taste, too sweet for me but estetically gratifying.
This is my first experiment but i’m ready to try again but next time with hazelnut flour from: my region produce the best hazelnut (tonda e gentile della Langhe) it in the world. Do you know Nutella?? 🙂

Ho fatto due diverse farciture, una con la marmellata di fragole speziata postata qualche giorno fa, liberamente ispirata ad un gusto di macaron di cui non mi ricordo assolutamente il nome, assaggiato a Londra e che faceva parte della “collezione stagionale” di Laduree.

In secondo ripieno è stato il caramello salato, che io ho fatto con il latte al posto della panna, e che quindi è rimasto più liquido, ma decisamente più light!!

INGREDIENTI:

• 125 gr di Farina di mandorle

• 125 gr di Zucchero a velo

• 125 gr di zucchero normale fine (io zeffiro)

• 3 albumi d’uovo

• 30 gr di cacao amaro

Caramello salato al latte

In una padella antiaderente mettere lo zucchero ben sparso sulla superficie. Acendere il gas aspettare che si sciolga quando comincia a fare le bolle aggiungere un pò di latte con dentro un pizzico di sale, lasciare che assorba l’umidità e mescolare. Mettere in un vasetto e lasciare raffreddare.

Se avete già la farina di mandorle unita con lo zucchero a velo e il cacao amaro, se no con il minipimmer come mi ha spiegato Marina (maestra nei macaron) mettere insieme e tritate con piccoli pulsazioni , perchè se lo fate a lungo la mandorla rilascia gli oli scaldandoli, a pulsazioni no e verrà fuori la farina.

In una ciotola ho messo le 3 uova, e 50 g di zucchero normale, ho cominciato a montarlo con la frusta, ma non alla massima velocità, dopo qualche minuto quando vedete che sta cominciando a crescere aumentate alla massima potenza e quando è quasi montata del tutto aggiungere gli altri 75 grammi. Una volta che avrete ottenuto un mix bello solido incorporate alla parte delle farine con una rilassatezza maniacale, senza fretta, e con la spatola girate dall’altro  verso il basso.

quando sarà bello incorporato con una sac-a-poche sistemate su una placca da forno con la carta sopra bella piatta e fate dei cerchi di circa 2 cm di diametro, lasciate riposare una ventina di minuti poi infornate sulla parte alta del forno per circa 12/13 minuti a 160 gr.

Una volta cotti lasciateli raffreddare e per staccarli meglio mettete mezzo bicchiere di acqua sotto la carta da forno che si ammoribidirà e si staccheranno facilmente.

A questo punto accoppiate quelli con la misura simile e farciteli con le marmellata di fragole speziata o il caramello al latte salato.

INGREDIENTS: 

• 125 grams of almond flour 

• 125 grams of icing sugar 

• 125 grams of caster sugar  

• 3 egg whites 

• 30 grams of bitter cocoa powder

 

For salted milk caramel:

In a pan put a little bit of caster sugar, wait that became bubbles and add a little bit of milk with a pinch of salt. Wait than evaporate and stir to make a cream. Put in a jar for cool. 

 

If you already have the almond flour mix with it icing sugar and cocoa powder, if you dont find this flour, Marina explained me (queen of macaron)  to put together and mix with a minipimmer by short pulse. In a bowl put the 3 eggs, and 50 g of caster sugar,  mount with the whip, but not at full speed, after a few minutes when you see that it is beginning to grow, use full power when is fully  add other 75 grams. Once you’ve got a nice solid mix add with flour and incorporated with a manic relaxed, unhurried, and with the spatula, turn from top to down with circular moviments. After use a sac-a-poche, and on a baking sheet with baking paper over, make flat circles of about 2 cm in diameter, let stand twenty minutes, then bake on top of the oven for about 12 / 13 minutes at 160 °C. Once cooked leave to cool and disconnect them better put half a glass of water under the parchment  baking paper for break away easily.

 

Fill with salted milk caramel or spice strawberry jam

14 Comment

  1. …libidine pura, questi macarons!! Ma sai che ho sempre avuto il terrore di prepararli?…però hanno un aspetto così…decadente! Bellissimi! Mi sa che dovrò mettere da parte la paura, prima o poi… :)))

  2. Anche per me sono una bestia nera!!!Ho provato varie volte ma niente, non mi vengono bene. Inoltre l'ultima volta ho usato la ricetta della meringa all'italiana ma mi sono venuti troppo dolci. Ho assaggiato quelli di laduree qui a Londra e non sono dolci quanto quelli che avevo fatto io!!!

  3. Ho provato anch'io i macarons un paio di settimane fa (anch'io mi sono buttata su quelli al cioccolato) e condivido i tuoi gusti: bellissimi a vedersi, ma troppo dolci per i miei gusti.Ti sono venuti molto bene per essere il primo tentativo.

  4. Per me incece è ancora un tabù da superae, complimenti per i tuoi riuscitissimI,

  5. mi sa che il problema di molte!! 🙂 io ci avevo sempre pensato troppo… basta trovare il coraggio e se vengono male pazienza!!

  6. Secondo me la dolcezza dipende molto dalla farcitura, perchè più o meno la dolcezza è sempre la stessa della meringa, basta fare una marmellata con poco zucchero secondo me, tipo la mia era piuttosto acidula e secondo me era più "mangiabile"

  7. Sono più belli che buoni secondo me,li guardi li mangeresti tutti, dopo un paio però ti passa la voglia…ma uno ogni tanto ci sta!

  8. Migliorabili, ma per un pò direi che non ci proverò più… devo ancora riprenderemi!!

  9. Secondo me ti sono venuti perfetti!! Sarei molto curiosa di assaggiare quelli al caramello salato che secondo me sono strepitosi!! Un connubio perfetto…Un bacione e buona settimana!

  10. Brava, sono stra-difficili! Da parte mia ti suggerisco di usare gli albumi un pò vecchi (15 gg), perchè i macaron vengono meglio (lo fa Loretta Fanella, mica una sbarbina qualunque!).

  11. Io avevo già assaggiato quelli con il caramello salato, ma era più spimoso…ma per essere la prima volta…è ancora andata!!

  12. Ah li non so!!! io ho preso quelli che avevo in casa, ma conoscendomi non erano freschi… 🙂 sono la solita!!

  13. direi che le tue paure sono state superate alla grande!!!!! sono perfetti questi macarons!!! uhm.. generalmente la farcia è più "sostanziosa".. potresti provare ad aggiungere il caramello salato ad una crema o ganache.. forse per quello i macarons che hai assaggiato te li ricordi più "spumosi".ma direi che la parte più difficile è il macaron stesso, non la crema.. e quello ti è venuto meravigliosamente bene!!!!un bacione tesoro!

  14. Ma che meraviglia!!! Complimenti… domani mi metto all'opera e provo subito a farli!!!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: