maltagliati al pomodoro fresco

***ATTENZIONE QUESTA E’ UNA RICETTA BASE***

Questa estate ho mangiato tantissimi pomodori, io li adoro, ma mi piacciono di stagione e d’inverno praticamente non li mangio, ma con la primavera arrivata (finalmente) si risveglia in  me la voglia! Io non faccio le conserve da molto tempo, sia perchè in casa mia non c’è posto dove metterle e sia perchè una delle mie nonne ha l’abitudine di farle e poi ci distribuisce salsa al pomodoro ogni volta che passiamo e siamo sempre muniti!

Ognuno però la fa a modo suo, non conosco nessuno la cui salsa ha lo stesso sapore di un altra, ognuno ha il suo metodo ed il suo segreto. Io personalmente amo moltissimo la salsa di pomodoro fresco e lo scorso anno dato che mi sono sono trovata una quantità non indifferente di pomodori dell’orto biologici ho colto l’occasione per provare a farla da me,non la classica passata, ma proprio un tipo di salsa come quelle comprate, che apri il barattolo e mescoli alla pasta, ma ovviamente molto più buona.

 

Io l’ho mangiata con i maltagliati fatti in casa. un pranzo più sano di così non esiste.

 

 

 

Per la salsa al pomodoro fresco:

 

le quantità sono indicative ovviamente

 

3 kg di pomodori

 

1 kg di cipolle

 

50 foglie di basilico

 

olio

 

burro

 

sale

 

1 dado

 

 

 

Pe prima cosa lavare bene i pomodori e spellarli grossolanamente e tagliarli a pezzettoni grossi e metterli in uno scolapasta. Lasciate rilasciare l’acqua mentre tagliate a fettine sottili le cipolle.

 

A questo punto in una grossa pentola ( io ho quella antiaderente bella profonda) mettete 3 cucchiai di burro e fare soffriggere la cipolla finchè non si imbiondisce.

 

Aggiungete poi il pomodoro, un pò di olio, il dado e lasciate cuocere una quindicina di minuti finoa  aquando il pomodoro non si sarà sfaldato senza però disintegrarsi, deve rimanere ancora abbastanza sodo da essere preso con una forchetta. Aggiungete il basilico tritato finemente e un pò di origano

 

A questo punto imbarattolate con vasetti e coperchi sterilizzati in acqua calda per 5 minuti. poi capovolgete e una volta raffreddati lasciateli bollire una mezz’ora in acqua calda protetti da stracci. Trovate 1000 spiegazioni on line sulla giusta sterilizzazione, io li sterilizzo due volte per sicurezza. Non mangiate mai il contenuto dei barattoli NON sottovuoto, potrebbero formarsi batterie pericolosi.

 

 

 
Per i maltagliati:

 

200 gr di farina

 

2 uova

 

 

 

Impastate e passate nella macchina per la pasta, fatela abbastanza spessa così che rimanga più soda durante la cottura. Una volta che avete il vostro foglio, piegatelo  in tre per il senso della lunghezza e fate dei tagli trasversali senza badare più di tanto alla precisione, anzi si chiamano maltagliati mica per nulla. Poi lasciateli asciugare almeno 12 ore, cuoceranno in un paio di minuti!

 

4 Risposte a “maltagliati al pomodoro fresco”

  1. Guarda che bel vasetto che hai fatto =) e una pasta fresca è sempre gradita. Come va? Ti sei ripigliata?

  2. macchè sono in comissima, come immaginavo sono tutti al vinitaly i miei clienti, dopo il lavoro arretrato mi dedico un pò al materiale scattato al vinitaly!

  3. brava brava brava!!!!!!!Fare la passata è un'arte, e quest'estate voglio farla anche io!!!!ci si vede!!! (prestissimo 😀 )

  4. che bello vale dopo anni di blog ci incontriamo!! 🙂

Rispondi