Coniglio al vino rosso e amaretti


Il coniglio in Piemonte va via come il pane..a me piace mangiarlo però ho sempre avuto un’immenso problema a cucinarlo perchè mi ricordava il coniglio Billy di una mia amica, ma soprattutto il pelo assomiglia in modo impressionante quello del mio gatto… e mi vedo La Mimma sul piatto da portata….brrrrr

Ho cercato di lottare contro le mie paure cucinandolo senza testa 🙂
Il risultato mi ha dato ragione, è rimasto morbido e  gustoso come le mille volte che lo ha cucinato mia mamma, io però ho voluto aggiungere una nota aromatica e dolce che secondo me stava davvero bene, infatti non sbagliavo, gli amaretti sono perfetti con il coniglio!
Io l’ho servito su un letto di carciofi saltati in padella con solo un pò di olio e sale!

INGREDIENTI:

• 1 coniglio intero in parti

• 1 cipolla media

• 50 gr di pancetta affumicata

• 1 bicchiere di vino rosso

• 10 amaretti

• 1 cucchiaio di timo

• 1 bicchiere di acqua

• sale e pepe q.b.

• 1 cucchiaio di olio

 

In una pentola bordi alti mettete l’olio e una volta caldo mettete le cipolle precedentemente pulite e tagliate a dadini a soffriggere, appena avranno preso colore aggiungere il coniglio alzate la fiamma e lasciatelo arrostire da tutti i lati, facendo attenzione a non bruciarlo( e a non bruciare le cipolle).

Una volta che in coniglio si è brunito aggiungete il vino e il tipo, date una girate veloce e coprite con il coperchio, ma soprattutto abbassate il fuoco a fiamma bassa.

Dopo mezzo’ora aggiungete la pancetta date un altra mescolata e aggiungete sale e pepe.

Dopo un altra mezz’ora è l’ora degli amaretti secchi che io ho aggiunto semplicemente triturandoli a mano.

Nel caso il sughetto si sia ristretto troppo aggiungete un pò di l’acqua.

Richiudete il coperchio e lasciate cuocere un altra mezz’ora.

Servitelo caldo con il suo sugo di cottura ristretto.

 

4 commenti

  1. MMMMMMMM vorrei poterlo trovare in tavola ora…

  2. Gio dice: Rispondi

    il coniglio qui da noi è presente spesso in tavola e a me piace molto, annoto la tua ricetta che a naso sembra ottima, graziebuona settimana

  3. mio padre che non è fan del coniglio…se lo è sbranato!! 🙂

  4. da fare…assolutamnte per provare qualcosa di nuovo!

Rispondi